[Dal vecchio blog] Parole d’autore: Randy Pausch

Riesco a recuperare alcuni contenuti dal vecchio blog. Questo post risale al gennaio 2009. (Categorie e tag sono nuovi, tutti i commenti sono andati perduti.)

*****

[…] a quell’epoca teorizzavo che ci fossero due tipi di famiglie:
1) quelle in cui durante la cena si sente il bisogno di un dizionario;
2) quelle che non ne hanno bisogno.
Noi rientravamo nel primo caso. Quasi ogni sera si finiva con il consultare il vocabolario, che tenevamo su uno scaffale a due passi dal tavolo. “Se avete domande” affermava mio padre “cercatevi le risposte.”
L’istinto a casa nostra non era mai quello di starsene seduti come cialtroni a porsi domande senza risposte. Conoscevamo un modo migliore: aprire l’enciclopedia, aprire il dizionario, aprire la mente.
(Randy Pausch con Jeffrey Zaslow, L’ultima lezione. La vita spiegata da un uomo che muore, trad. it. di Luigi Carrozzo, Francesca Sofia Chiapponi e Fernando Coratelli)

Dictionary

(Photo credits: sAeroZar on Flickr)

Advertisements

Ditelo con parole vostre/Let your words be heard

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s